Home » Amazzone
Amazzone2017-08-02T21:28:22+00:00

Amazzone

Aspetto, caratteristiche, habitat e prezzo

L’amazzone è un pappagallo diffuso in tutto il centro-sud America. Gli habitat sono i più vari e spaziano dalla foresta alla savana, dalla pianura alla collina. L’amazzone comprende circa 30 specie differenti, le più famose sono l’amazzone fronte blu, l’amazzone fronte gialla, amazzone farinosa, l’amazzone amazzonica e l’amazzone fronte bianca.

Le amazzoni sono molto richieste come PET per diversi motivi, tra i quali: la facilità nell’imparare molte parole e usarle correttamente, il colore del piumaggio molto appariscente e la facilità con cui si legano all’uomo. Caratteristica delle amazzoni è la longevità. Riescono a raggiungere anche i 70-80 anni.

Il pappagalli del genere amazzone sono di taglia media, infatti la loro lunghezza si aggira intorno ai 30-45cm. Non è quindi necessaria una gabbia di enormi dimensioni, come potrebbe servire ad un ara ad esempio, ma non per questo bisogna inserire il vostro pappagallo all’interno di una piccola gabbia.

Il prezzo di un’amazzone è vario, ma mediamente abbastanza elevato. Si parte infatti dai 500€, per soggetti allevati dai genitori e quindi adatti alla riproduzione a un minimo di €600 per un pappagallo allevato a mano. Il range di prezzo è abbastanza ampio e può arrivare a sfiorare i 1000€.

Carattere e comportamento

La gestione di un’amazzone non è per niente semplice. Partendo dall’allevamento a mano, il mio consiglio è quello di farlo fare ad un esperto, che ha esperienza con questo genere di pappagalli. Non risparmiate qualche centinaia di € per poi aver a che fare con un pappagallo problematico. Non ne vale la pena.

Una volta arrivato a casa vostra, dovrà già essere tutto pronto. Un consiglio che posso darvi è quello di chiedere a chi lo alleva di abituarlo alla pettorina. Sarà molto divertente portarlo fuori in totale sicurezza, e grazie ai raggi solari, ne beneficerà anche la sua salute. L’amazzone in poco tempo si affezionerà soprattutto ad una persona, ma qualora non ci fosse in casa, accetterà anche la compagnia degli altri membri della famiglia.

Sono abbastanza rumorosi, poi dipende da caso a caso. Se abitate in un condominio, non è sicuramente il pappagallo più adatto. All’interno della casa, è possibile che qualche volta si diverta a buttare giù soprammobili e altri oggetti. Purtroppo devo dirvi che non c’è nulla da fare per impedirlo.

Alimentazione

Particolare attenzione bisogna porre all’alimentazione delle amazzoni. Infatti sono pappagalli che tendono ad ingrassare facilmente se oltre ad una dieta ricca di grassi, si aggiunge poca attività fisica. L’alimentazione ideale di un’amazzone è quindi composta da estrusi, frutta e verdura come alimenti principali.

2-3 volte a settimane possono essere messi a disposizione un po’ di semi adatti alle loro esigenze, e qualche noce o arachide da dare come premio. L’acqua fresca deve essere sempre a disposizione. Va bene fornire anche un assaggio dal vostro piatto a pranzo o a cena, a patto che l’alimento dato non sia tossico.

Gabbia

Altro aspetto fondamentale per il benessere della vostra amazzone è la sua gabbia. Il suo alloggio è infatti il luogo in cui deve dormire la notte (no trespoli e simili). È il luogo dove può sempre trovare del cibo e dove deve stare nel caso voi non siate in casa. La gabbia va posizionata nella stanza più frequentata della casa (non in cucina), ma allo stesso tempo deve poter riposare serenamente la notte.

Le dimensioni minime della gabbia sono 90-100 cm di lunghezza per 60-70 cm di profondità per 110-120 cm di altezza. Misure superiori sono sicuramente un’ottima soluzione, misure più piccole non vanno bene.  All’interno della gabbia vanno posizionati diversi accessori, come per esempio 1-2 corde e rametti da distruggere (se non volete che distrugga i mobili di casa). Attenzione al fatto che i giochi non si distruggano, rischiando di finire in gola.

Consiglio di predisporre un trespolo attrezzato in cui possa passare del tempo fuori dalla gabbia. Al di sotto del trespolo, mettete dei fogli di giornale in modo da raccogliere la maggior parte delle feci. Potete decidere di mettere una ciotola con il cibo oppure lasciarlo solo in gabbia. Secondo me è meglio la seconda soluzione.