Home » Cenerino » Cenerino coda rossa
Cenerino coda rossa2017-07-28T12:51:12+00:00

Cenerino coda rossa

Aspetto e caratteristiche fisiche

Il pappagallo cenerino (Psitaccus Erithacus) è originario dell’Africa, ed è molto popolare perché considerato il miglior pappagallo parlante.

Ha struttura tozza, la coda è corta e di un rosso acceso. La sua lunghezza si aggira intorno ai 34-37 cm per un peso di circa 400 grammi. Rispetto alle numerose specie di pappagalli presenti, i suoi colori non sono vivaci e si limitano al grigio, da qui il nome cenerino, e al rosso per quanto riguarda la coda.

Il cenerino vive in media 50-60 anni, ma se tenuti in ottime condizioni riescono a vivere anche un po’ di più. Non c’è alcuna differenza per distinguere un maschio da una femmina.

Carattere e comportamento

Il pappagallo cenerino rispetto ad altri pappagalli, come l’amazzone,  è leggermente meno rumoroso, anche se molto dipende dal caso specifico. Nonostante ciò, è possibile che in alcuni periodi la rumorosità prodotta aumenti causando qualche disagio.

Come altri pappagalli africani, si tratta di un pappagallo abbastanza timido con gli estranei o anche con novità all’interno della casa o della gabbia. Con un po’ di pazienza sarà comunque possibile farle accettare e far si che, per esempio in caso di introduzione di giochi all’interno della gabbia, si diverta.

E’ un pappagallo abbastanza sensibile ai cambiamenti, quindi le cose vanno fatte sempre con gradualità e prima di comprare un pappagallo cenerino è sempre necessario informarsi molto. Infatti è uno dei pappagalli più difficili da gestire.
In genere si attacca in modo particolare ad un membro della famiglia, ma se ben socializzato soprattutto durante lo svezzamento, non disdegnerà neanche stare con gli altri membri della famiglia.

Purtroppo, se non gestiti correttamente, sono tra i pappagalli che più soffrono della sindrome dell’autodeplumazione, un comportamento compulsivo che consiste nel togliersi volontariamente le proprie piume. Questo è dovuto a vari fattori e gli esperti devono ancora stabilire una sentenza definitiva. Di sicuro un’alimentazione non adeguata unita ad una socializzazione non corretta aumentano la probabilità che il fenomeno si verifichi.

Con i bambini va sempre tenuto sott’occhio, infatti potrebbero fare dei movimenti considerati aggressivi con conseguente beccata. Con altri animali, così come con altri pappagalli come il cacatua, non ci sono molti problemi. Di sicuro vanno sempre tenuti sotto controllo.

Alimentazione

L’alimentazione del pappagallo cenerino deve essere varia e non limitarsi assolutamente a poche varietà di semi. Essendo un abitante della foresta africana, è necessario mettere a disposizione diversi tipi di frutta e verdura. Il cenerino ha alcune difficoltà nell’assimilare al meglio la vitamina A, quindi è necessario fornire alcuni vegetali particolarmente ricchi di questa vitamina, come per esempio le carote e le patate dolci cotte. Se non alimentato correttamente, anche la carenza di vitamina D può essere un problema. In questo caso è consiglio di mettere a disposizione verdura a foglia verde e, se possibile, garantire qualche ora di sole diretto al vostro pappagallo (ovviamente avendo sempre un riparo dove proteggersi dal sole .

Oltre a ciò, è necessario fornire estrusi di buona qualità che devono essere sempre presenti. Occasionalmente vanno dati anche i semi, facendo sempre attenzione a non acquistare mix ricchi di semi grassi. Come per tutti i pappagalli, e i cenerini in particolare vista il legame che si stringe con un membro della famiglia, è necessario condividere piccoli assaggi anche del nostro cibo, anche pezzettini di yogurt e formaggio (in quantità molto esigue ovviamente).

Gabbia

La gabbia di questi stupendi pappagalli dalla coda rosa è quella adatta ai pappagalli di media taglia. Un’idea delle dimensioni adatte sono le seguenti:  90-100 cm di lunghezza per 60-70 cm di profondità per 110-120 cm di altezza, anche se ovviamente più grande è meglio si troverà al suo interno. Le distanza tra le sbarre non deve superare i 2,5 cm per evitare spiacevoli incidenti.

Il posizionamento della gabbia è fondamentale. Va messa nella stanza più frequentata della casa, ma comunque in un punto che gli fornisca una certa sicurezza, per esempio l’angolo della stanza. Al cenerino non piace fare particolarmente il bagno, ma questo non significa che non lo faccia mai. Ogni tanto anche lui deciderà che è giunta l’ora del bagnetto.

Essendo il cenerino un pappagallo veramente intelligente, è necessario predisporre vari giochi e distrazioni all’interno della gabbia nel frattempo che voi non ci siete. E’ una buona abitudine cambiare i giochi ogni tot di tempo, sempre facendo attenzione a non spaventarlo. E’ quindi necessario far conoscere il gioco fuori dalla gabbia e in un secondo momento è possibile introdurlo.

Abilità

Il pappagallo cenerino è considerato il miglior pappagallo parlante, non tanto per la quantità di parole imparate, altri pappagalli riescono a raggiungerlo da questo punto di vista, ma per la pronuncia molto chiara di esse. Oltre alla parole, è veramente eccezionale nell’imparare i vari suoni che sente in casa riuscendo ad imitarli perfettamente.

Oltre a ciò, è uno dei pappagalli più intelligenti, quindi è possibile insegnare diversi tipi di giochi che imparerà in fretta. Inoltre facendolo giocare e insegnando sempre qualcosa di nuovo, il vostro rapporto migliorerà visto il tempo dedicato. È anche in grado di imparare il suo nome e capire quando viene chiamato.

Riproduzione

La maturità sessuale viene raggiunta intorno ai 3-5 anni ed la coppia rimane la stessa per tutta la vita. Il periodo migliore per mettere a disposizione il nido è la primavera. Ovviamente ciò non è l’unica cosa da fare, infatti far riprodurre in cattività i cenerini non è per niente facile. Bisogna far attenzione anche alla pulizia nel nido, che serve sì ad evitare possibili malattie, ma che può portare all’abbandono delle uova o dei pulli.

La femmina depone 3-5 uova che si schiuderanno in circa 30 giorni.
Dopo circa 7-8 settimane i cenerini faranno le prime esplorazioni fuori dal nido, ma i genitori continueranno ad imbeccarli fino a 3-4 mesi di età.

Se allevato a mano, è fondamentale non privare il cenerino della pappa secondo tabelle trovate su internet, ma continuare a fornire la pappa richiesta ed in contemporanea proporre cibi solidi. Lo svezzamento di un cenerino non è assolutamente cosa facile, e se verranno commessi degli errori, quest’ultimi potrebbero ripercuotersi per il resto della sua vita.

Prezzo

Il prezzo di un pappagallo cenerino è assai variabile, ma è fondamentale evitare pappagalli a poco prezzo o addirittura regalati (se non dopo apposite verifiche). Il prezzo di un cenerino allevato dai genitori si aggira intorno 500-700€, mentre per una coppia il prezzo è di 650-1100€. Il prezzo di un cenerino allevato a mano è di 600-1000€, mentre per una coppia allevata a mano è di1000-1500€

Cites

Il pappagallo cenerino è presente nell’appendice A del CITES a causa delle continue catture e della distruzione della foresta. In natura non è ancora raro, però continuando di questo passo la popolazione continuerà a scendere.

Dove vivono in natura

Il pappagallo cenerino è presente nella foresta equatoriale dell’Africa centrale, con alcuni stormi che occasionalmente si spingono ai limiti di essa e verso la savana. Il paesi con popolazione più alte di cenerini sono la Repubblica Democratica del Congo, il Congo e il Gabon, tutti stati nei quali la conservazione di questi pappagalli non è un fattore importante e che quindi comporta la continua cattura di questi pappagalli per essere venduti.

Foto varie

Cenerino coda rossa

Cenerino coda rossa

Giovani cenerino

Potrebbe interessarti