Home » Conuro
Conuro 2018-02-08T14:37:27+00:00

Conuro

Aspetto, caratteristiche, habitat e prezzo

Come altre specie di pappagalli, anche il conuro comprende diverse sottospecie. Le più famose sono il Conuro del sole, il Conuro jandaya e il Conuro testa blu. Essendo allevato da molto tempo, si è adattato molto bene alla vita domestica. La particolarità di questo pappagallo, per quanto riguarda le prime 2 sottospecie, sono dei colori unici nel suo genere, un mix di un verde splendente, giallo acceso e arancione in contrasto con un becco dal coloro nero intenso.

Originario del sud America, il suo habitat naturale sono le foreste e le zone ricche di vegetazione. Lo si può incontrare anche ad altitudini particolarmente elevate. La lunghezza, compresa la lunga coda, non supera i 30 centimetri. Ha un’aspettativa di vita particolarmente elevata, infatti riesce a raggiungere anche i 40-45 anni di età.

Carattere e comportamento

Particolarità di questo genere di pappagalli è la voce, che in alcuni momenti della giornata può essere relativamente acuta. Ciò deriva dalla sua capacità in natura di comunicare con il suo stormo anche a grandi distanze, fattore che in casa non è però necessario ma che istintivamente mantiene. Qualora sorga questa problematica, il primo consiglio è quello di avvicinarsi e parlare dolcemente e non perdere la pazienza e magari alzare a nostra volta la voce.

Come buona parte dei pappagalli, se allevato a mano, si legherà in maniera forte generalmente ad un membro della famiglia. Ciò non vuol dire che ignorerà gli altri, ma sarà necessaria una buona socializzazione con il resto del nucleo famigliare. Ha un carattere molto docile e vivace, sempre alla ricerca di nuove cose da sperimentare. Per tenerlo costantemente impegnato, è necessario predisporre diversi giochi che nel tempo andranno variati, in modo da non far annoiare il vostro pappagallo.

All’aria aperta sarà possibile ammirare ancora meglio i suoi fantastici colori e lui beneficerà dei raggi solari. Per portarlo fuori in totale sicurezza, è necessario dotarsi di una pettorina. Per non incorrere in problemi riguardanti il rifiuto della pettorina, vi consiglio di abituarlo sin da subito ad essa, in questo modo non avrà alcun timore.

Alimentazione

Essendo il conuro un’abitante della foresta, particolare attenzione bisogna porre alla frutta e verdura freschi, alimenti necessari per il benessere del vostro pappagallo. La base dell’alimentazione deve essere composta da estrusi, ai quali occasionalmente potranno essere aggiunti un mix di semi per i parrocchetti. Un osso di seppia deve essere sempre disponibile.

In aggiunta, per variare l’alimentazione e non renderla monotona, possono essere forniti dei semi germogliati, ricchi di molti elementi nutritivi e piccole quantità di minestrone di verdura, vedrete che lo apprezzerà molto. Prestare particolare attenzione ai semi grassi, per esempio le noci e i semi di girasole, vanno dati in piccole e quantità e solo in occasioni particolari.

Gabbia

Le misure minime per una gabbia di un conuro, oltretutto ottimo volatore e arrampicatore sono le seguenti: 80cm di lunghezza, 60 cm di profondità e 80cm di altezza. E’ importante che ogni giorno abbia la possibilità di uscire dalla gabbia per qualche ora, sia per stare in vostra compagnia, ma anche per sgranchirsi le ali e fare dei piccoli voli in casa. In questo modo si terrà costantemente in forma.

All’interno della gabbia è importante posizionare un bagnetto, in questo modo qualora ne abbia voglia potrà farsi un bagnetto. Come fondo della gabbia io consiglio il giornale, economico e facile da cambiare. All’interno della gabbia vanno messe 1-2 corde, dei rametti da distruggere e, sempre senza ingombrare troppo la gabbia, qualche giochino in modo da passare il tempo quando è dentro. A mio parere le ciotole d’acciaio sono da preferire a quelle in plastica, troppo poco resistenti per un becco forte come quello del conuro.