Home » Cocorita » Cocorita
Cocorita2017-08-13T17:03:27+00:00

Cocorita

Aspetto e caratteristiche fisiche

La cocorita ( o parrocchetto ondulato) è il pappagallino più diffuso e allevato, tanto da essere nata in cattività una nuova specie, la cocorita inglese. Quest’ultima è di dimensioni maggiori, ha un piumaggio più folto e il piumaggio nella fronte è molto particolare, infatti quasi copre gli occhi.

Non supera i 20cm di lunghezza, dei quali molti da attribuire alla lunga coda, per un peso che si aggira intorno ai 30-40 grammi. Il cocorito ancestrale ha come colore principale un verde brillante, al quale si aggiunge il giallo nella parte della faccia e del collo. Dalla capo sino alle ali la colorazione si suddivide in 2 colori, nero e giallo che somigliano a delle ondulazioni (da qui il nome parrocchetto ondulato), la parte finale delle ali è di colore grigio scuro.

Nella forma ancestrale è possibile distinguere i maschi dalle femmine; dopo i 4-5 mesi di età la cera sopra al becco, dove sono poste le narici, è di colore blu scuro se è un maschio, e di colore beige-marroncino chiaro se femmina. Prima di quell’età, la cera dei maschi è di colore rosa scuro , quella delle femmine rosa chiaro-azzurrina. Durante la stagione degli accoppiamenti, la cera della femmina diventa di colore marrone. Per quanto riguarda l’età, difficilmente superano i 10 anni di vita.

Carattere e comportamento

La cocorita è un pappagallo molto attivo, che ama volare molto quando gli viene data la possibilità di uscire per la casa. Anche se non allevato a mano, è possibile addomesticarlo, soprattutto se preso appena svezzato. La cosa importante è che, soprattutto se tenuto da solo, ogni giorno si dedichino delle ore in cui possa uscire dalla gabbia e godere della vostra compagnia.

La cocorita non emette un suono particolarmente forte, ma il suo canto molto simile ad un cicaleggio, può disturbare qualora si voglia un po’ di silenzio, un po’ come gli inseparabili. E’ adatto anche ai bambini, visto che il suo becco è molto piccolo e anche in caso di una beccata non causa alcun danno. Detto ciò, è comunque sempre necessario sorvegliare il bambino quando è con il pappagallino, visto che un comportamento scorretto potrebbe causare alla cocorita dei problemi, considerando che è un pappagallo molto fragile.

Sono animali che si riproducono molto facilmente, quindi qualora decideste di prendere un maschio e una femmina, è molto probabile che una volta raggiunta la maturità sessuale decidano di accoppiarsi. Per ovviare a ciò, è possibile prendere 2 maschi o 2 femmine. Io personalmente consiglio 2 maschi, visto che mettere 2 femmine  insieme comporta, in modo particolare nel periodo dell’accoppiamento, possibile litigi e conseguenti ferite. Ovviamente prima di formare una coppia, se presi in luoghi separati, è necessari svolgere un periodo di quarantena.

Alimentazione

Anche l’alimentazione di una cocorita deve essere curata in ogni suo aspetto. Infatti, essendo pappagallini abbastanza rustici e poco costosi, molto volte si tende ad ignorare le sue esigenze alimentari, pensando che una dieta che un’alimentazione composta solo da semi sia sufficiente. Invece non è così.

Nonostante non apprezzi particolarmente la parte fresca, come la calopsite, essendo originaria di climi semi desertici, è necessario comunque che una piccola parte della dieta sia composta anche da frutta e verdura. In genere vengono apprezzate quelle un po’ più dure, da sgranocchiare, rispetto a quello mollicce.

Oltre ai semi, la frutta e la verdura, personalmente ritengo adatto fornire come alimento principale gli estrusi. Se non abituati sin da piccoli, potrebbe esserci qualche problema nel farli accettare, ma con pazienza e perseveranza ci riuscirete.

Gabbia

La cocorita, come tutti i pappagalli più o meno grandi, ha bisogna di una gabbia spaziosa dove poter compiere qualche piccolo volo. Le dimensioni minime sono di almeno 60cm di lunghezza x 40cm di profondità x 50cm di altezza. Ovviamente più grande è e migliori saranno le sue condizioni di salute. Specifico che le dimensioni di questa sono idonee se quotidianamente le viene concesso di uscire dalla gabbia.

Le sbarre della gabbia non devono superare 1,5cm  di distanza e consiglio di acquistare una gabbia in power coated o in acciaio inox. Le gabbie in acciaio zincato, molto diffuse, rischiano di avvelenare i vostri pappagalli quando perdono la zincatura. Consiglio di mettere la gabbia nella zona più frequentata della casa, in modo che anche quando sta in gabbia, possa godere della vostra compagnia.

All’interno della gabbia non vanno messi specchietti e campanelli, come purtroppo vedo ancora fare. Assolutamente bandite le gabbie tonde, non consentono di trovare un punto sicuro per il vostro pappagallino. Come arredamento, consiglio di mettere 1-2 corde e qualche rametto da distruggere.

Allevamento a mano

Trovare una cocorita allevata a mano non è facilissimo, nonostante siano i parrocchetti più diffusi. Infatti un prezzo molto basso di un allevato a mano (siamo intorno ai 40-80€), per un lavoro che richiede molto tempo e dedizione, comporta parecchie difficoltà nel trovare un esemplare correttamente svezzato.

Dopo questa breve premessa, torno a parlare dell’allevamento a mano. Una cocorita va presa intorno ai 18 giorni di vita, eccezionalmente fino a 20. Prendendola più tardi si corre il rischio che non accetti la siringa. A questa età vanno somministrate 5 imbeccate giornaliere, che passano a 4 verso i 25 giorni di età. A 30 giorni si può passare a 3 imbeccate, iniziando a integrare anche alimenti solidi come semi, frutta, verdura ed estrusi. Dopo una settimana circa si può passare a 2 imbeccate e infine intorno ai 45 giorni all’imbeccata serale.

Come già ribadito per inseparabile e calopsite, ogni pappagallino ha i suoi tempi. Ci sarà quello che si svezzerà precocemente e quello che invece ci impiegherà un po’ più tempo.

Abilità

La cocorita non è certamente famosa per essere un pappagallo parlante. Infatti pochi soggetti riescono ad imparare qualche parola, oltretutto in maniera non molto chiara.

Nonostante ciò, è molto apprezzata per la sua vivacità e la facilità con cui impara percorsi e giochi di abilità. Su youtube è facile imbattersi in video nei quali le cocorite sono addestrate molto bene ed eseguono perfettamente gli ordini. Con pazienza potrete riuscirci anche voi.

Riproduzione

Le cocorite sono pappagalli molto prolifici, in grado di riprodursi tutto l’anno. Ciò non significa che sia corretto mantenere costantemente il nido. Lasciarlo significa costringere la femmina ad effettuare una deposizione dietro l’altra, debilitandola.

Il mio consiglio è quindi quello di mettere un nido, delle seguenti dimensioni: 18cm lunghezza x 15cm profondità x 20cm di altezza in primavera, il periodo più indicato per la riproduzione. Come fondo del nido, consiglio di mettere qualche centimetro di truciolo, in modo da rendere il fondo non troppo duro ed evitare rotture delle uova.

La femmina a questo deporrà 4-8 uova, che coverà per 18-19 giorni. Dopo 45-50 giorni i giovani pulli sono autonomi e in grado di alimentarsi da soli. Sarà quindi necessario predisporre un’altra gabbia per questi esemplari.

Prezzo

Il prezzo di una  cocorita allevata dai genitori è di 10-20€, mentre quello di una coppia è di 15-30€.
Il prezzo di una  cocorita allevata  a mano è di 40-80€, mentre il prezzo di una coppia si aggira intorno ai 70-100€.

Mutazioni

Essendo la specie di pappagallino più allevata in cattività, è stato possibile fissare delle mutazioni in cattività. Le più comuni sono:

-blu: al posto del colore verde, il piumaggio si presenta di colore azzurro, più o meno intenso. Il resto del piumaggio è uguale all’ancestrale.

-lutino: il piumaggio si presenta di colore giallo uniforme.

-albino: il piumaggio è di colore bianco.

-grigio: il colore delle piume è perlopiù grigio, con le ondulazioni che si vedono in maniera molto flebile.

-pezzato: il piumaggio si presenta a chiazze di colori diversi. Ogni pezzatura è un caso a sé stante, quindi non è possibile fare una descrizione dettagliata.

Cites

La cocorita, così come pochi altri pappagalli, non fa parte del CITES e quindi non sono necessari documenti di cessione. In natura è ancora molto diffusa, avendo una habitat molto vasto e vario, e ha una grande facilità nel riprodursi.

Dove vivono in natura

La cocorita è nativa dell’Australia, ma a differenza di altre specie di pappagalli, la sua zona si estende soprattutto nella parte centrale di questo stato. E’ una animale nomade, che compie anche lunghe migrazioni alla ricerca di zone ricche di acqua e cibo. A causa delle fughe dalle gabbie, in Florida (USA) ha trovato un ambiente adatto dove vivere, riuscendo a riprodursi e dando vita a una grande colonia fuori dall’Australia.

Foto varie

Parrocchetto ondulato

Parrocchetto ondulato

Parrocchetto ondulato

Potrebbe interessarti