Forpus

Aspetto e caratteristiche fisiche

Il forpus (chiamato anche pappagallo del Pacifico) è tra i pappagallini più piccoli, infatti misura solamente 12cm circa per un peso che non raggiunge i 40 grammi. Esistono diverse sottospecie di forpus, la più comune è il forpus coelestis che descriverò successivamente. Altre sottospecie di forpus sono il forpus xanthops, il forpus passerinus, il forpus xanthopterygius, il forpus conspicillatus e il forpus modestus.

Il piumaggio del forpus coelestis è composto da diverse tonalità di verde, più scure sul dorso e più chiare sul ventre. Nella colorazione ancestrale la femmina a differenza del maschio non ha piume di colore blu. È quindi possibile distinguere un maschio da una femmina, anche se non nei primi mesi di vita ma dopo almeno 4-6 mesi di età. Le piume di colore blu (che come detto le hanno solo i maschi) si trovano a chiazze sul capo e su una piccola parte delle ali. Il becco è di un color giallo tenue. La vita media di un forpus è 20-25 anni, eccezionale per un pappagallino di dimensioni così ridotte.

Carattere e comportamento

La caratteristica principale e particolarmente apprezzata di un forpus è la poco rumorosità, aspetto particolarmente raro tra i pappagalli. I fischi emessi infatti hanno un tono particolarmente delicato, quindi sono pappagalli ideali per chi vive in un appartamento. In gabbia sono una specie abbastanza territoriale, se si decide di tenere una coppia è meglio prenderla insieme e non in momenti separati, altrimenti c’è il rischio che il pappagallo più vecchio non voglia quello nuovo nel suo “territorio”; ovviamente si tratta di una possibilità e non una certezza.

Sono anche pappagalli che hanno un carattere abbastanza tranquillo, in casa non tenteranno di giocare e rompere qualsiasi cosa a portata di becco altri pappagalli più vivaci. Ovviamente essendo molto piccoli si intrufolano un po’ ovunque, quindi bisogna comunque fare attenzione ai pericoli. È molto affettuoso e allo stesso tempo ha bisogno di attenzioni. Per essere domestico fin da subito consiglio di sceglierlo allevato a mano, anche se è possibile raggiungere ottimi risultati anche con un pappagallo allevato dai genitori. Bisogna però tenere in considerazione che difficilmente si fiderà tanto quanto un pappagallo allevato a mano.

Alimentazione

L’alimentazione di un forpus deve essere varia e non limitarsi solamente a un misto di semi. Va bene quindi mettere a disposizione dei semi per piccoli pappagalli, ma allo stesso tempo va abituato anche a frutta e verdura. Frutta e verdura consiglio di ridurla in piccoli pezzi, in questo modo si faciliterà il compito per il becco che è di piccole dimensioni. Una tecnica per far incuriosire il vostro pappagallo di fronte a cibi nuovi è quella di mangiarli davanti a lui, a quel punto spinto dalla curiosità vorrà senz’altro provarli anche lui.

Un altro alimento particolarmente salutare sono gli estrusi, alimento creato appositamente per i pappagalli. Non sempre vengono accettati, però consiglio comunque di fare qualche tentativo. All’interno della gabbia non deve mai mancare l’osso di seppia, serve per integrare il calcio e per evitare una crescita eccessiva del becco.

Alloggio

Il forpus, nonostante le piccole dimensioni, necessita comunque di una gabbia adeguata. Esistono infatti micro gabbie in commercio che niente hanno a che vedere con il benessere degli animali. Dimensioni adeguate sono almeno di 50-55cm di lunghezza x 40cm di profondità x 50cm di altezza. Ovviamente più grande è la gabbia e meglio è.

Bisogna porre particolare attenzione alla distanza tra le sbarre, infatti alcune gabbie (soprattutto quelle di dimensioni più grandi) hanno una distanza troppo grande tra una sbarra e l’altra, tanto che si incorre nel rischio che il pappagallo riesca a passare attraverso o ad incastrarsi. La distanza tra le sbarre non deve quindi superare 1,5-1,8cm. Gli piace distruggere i rametti, che è un ottimo passatempo quando non ci siete, e fare il bagno. Assicuratevi quindi che entrambe le cose siano a disposizione.

Abilità

Il forpus impara al massimo qualche parola, ma non si può certo dire che sia tra i pappagalli migliori da questo punto di vista. Può essere addestrato nei giochi di abilità ed è in grado di portare a termine piccoli esercizi, in questo caso con pazienza e impegno è possibile ottenere discreti risultati.

Riproduzione

Il periodo riproduttivo del forpus è la primavera, in natura in questo periodo la coppia tende ad isolarsi dal resto dello stormo. Dopo l’accoppiamento la femmina depone 4 a 7 uova che cova per poco meno di 20 giorni. In 45 giorni i piccoli sono svezzati e quindi pronti a mangiare autonomamente.

Il forpus necessita di un nido orizzontale dimensioni 25cm x 15cm di base x 18cm di altezza, come fondo del nido va bene usare il truciolo di faggio. La maturità sessuale viene raggiunta intorno all’anno di età. Con il sopraggiungere della maturità sessuale, nei pappagalli domestici allevati a mano si potrà scorgere qualche piccolo cambio comportamentale, in genere comunque ciò dura al massimo qualche settimana per poi ritornare alla normalità.

Prezzo

Un forpus allevato dai genitori ha un prezzo di 30-50€, mentre una coppia di forpus allevati dai genitori ha un prezzo di 55-80€.

Un forpus allevato a mano ha un prezzo di 80-130€, mentre una coppia di forpus allevati a mano ha un prezzo di 140-220€.

Da considerare che le mutazioni di forpus, di solito di colore giallo o blu possono avere un costo leggermente più elevato. Non è un pappagallo ancora molto diffuso come animali da compagnia, nonostante i piccoli pappagalli di queste dimensioni di solito lo sono. Il motivo è che si preferisce allevare cocorite, calopsite e inseparabili roseicollis che non hanno bisogno del certificato CITES.

Cites

Il forpus è inserito nell’appendice II allegato B della convezione CITES. Ciò significa che per essere acquistato/ceduto regolarmente deve avere la documentazione necessaria. In natura è ancora abbastanza diffuso, ma a causa del suo habitat particolarmente ristretto, un’eventuale distruzione di parte di esso potrebbe causare una riduzione del numero di esemplari selvatici.

Dove vivono in natura

Il forpus è originario del Sud America, vive sia nella foresta che nelle zone meno alberate dell’Ecuador e del Perù. Si tratta di un animale gregario, vive infatti in piccoli stormi. L’areale del forpus coelestis (la specie più facile da trovare negli allevamenti italiani) è particolarmente ristretto e non vasto come è quello di molte altre specie di pappagalli.

Foto varie

Pappagallo del pacifico

Pappagallo del pacifico

Pappagallo del pacifico

Potrebbe interessarti:

(per aprire la scheda clicca nella foto)